Mare, Eros, accenti primordiali.
Tre storie d’amore ai limiti del tempo.

Come il filo di lana tesse il suo arazzo comparendo in punti solo apparentemente casuali, ‘quanticamalìa‘ dipinge esistenze che si materializzano in circostanze distanti ere geologiche.

Lo scenario lo conosciamo in tanti: siamo tra le meraviglie dell’Isola d’Elba occidentale, scorcio d’universo che dedica una dimensione del tutto privata a chiunque ami contemplare in silenzio le magie del creato.

Queste pagine sono appunto intrise d’intimità: evocata dall’odore di salsedine, dal sesso spontaneo, dal furore del tuono, sorge e si sviluppa sui magici legami che intessono tre storie d’amore, una delle quali visse in una dimensione pregna dei sussurri e dei fragori della creazione.

In ‘quanticamalìa‘ i suoni, le immagini e le emozioni tendono ad acquisire una personalità propria e alimentano la sensazione che tutto sia dotato di Coscienza. Così può accadere che il lettore si sorprenda a intuire nel proprio intimo una magica equazione espressa dalla fisica quantistica, quella che può giungere a descrivere l’individualità come un quantum (una parte non divisibile e non separata) appartenente a fili di Coscienza molto più estesi, che si dipanano attraverso l’energia, il tempo e lo spazio conferendo, tra le altre cose, piena legittimità all’idea della reincarnazione e al mito platonico dell’anima gemella.

‘quanticamalìa‘ si rivolge a chiunque intuisca la possibilità di sentirsi in sintonia assoluta con luoghi e istanti ben definiti e percepisca l’inesprimibile incanto e il senso di pienezza che regnano appena oltre l’epidermide della vita.
L’erotismo regna ovunque e va inteso sia in senso letterale, sia in un’accezione più ampia: la capacità, propria di ogni creatura, di spargere al vento la propria essenza.

Una lettura, che ci sentiamo di consigliare per crescere. Potete trovare il libro qui.