L’essenza della tecnologia Keshe

Campi Magnetici Definiti

Dal momento che E = MC² di Albert Einstein, è un fatto scientificamente accettato che la materia è convertibile in energia e viceversa. Ciò implica che sia la materia che l’energia devono essere uguali per natura.

Tutto ciò che esiste in tutta la creazione è costituito da “campi magnetici”. Questi campi hanno le due proprietà del ferromagnetismo: attrazione e repulsione. I poli opposti si attraggono mentre i poli si respingono a vicenda.

Tutti i fenomeni di tutta la creazione derivano dalle diverse interazioni dei campi magnetici.

Ogni oggetto fisico (elettrone, atomo, granello di sabbia, pianta, animale, uomo, pianeta, stella, galassia, universo, ecc.) non è altro che un accumulo di campi magnetici a cui Keshe si riferisce come campi magnetici plasmatici. Questi campi magnetici plasmatici consistono in un’enorme quantità di campi magnetici individuali. I campi magnetici plasmatici sono tridimensionali, il cui movimento e la cui area sono determinati dai singoli campi magnetici all’interno dell’oggetto. Ciascuno di questi oggetti plasmatici viene indicato come un plasma ed è definito dal contenuto del campo al suo interno.

Il Plasma

La Fondazione Keshe non usa la parola plasma nello stesso modo in cui è usata nella fisica standard. La Fondazione non si riferisce allo stato di un gas ionizzato quando dicono “plasma”. Il plasma è definito dalla Fondazione come l’intero contenuto di campi che accumulano e creano un oggetto. NON è definito dalle sue caratteristiche fisiche come la ionizzazione e la temperatura, per esempio. Il plasma si riferisce esclusivamente alle proprietà dei campi di cui un oggetto è composto.

Nella maggior parte dei casi, i campi si estendono ben oltre i limiti fisici dell’oggetto in questione. Inoltre, ci sono composizioni di campo (plasmi) che sono già distaccate dalla loro sorgente fisica e si stanno muovendo in una forma non fisica (come un corpo di campo puro) attraverso lo spazio ad un altro oggetto fisico (o non fisico). Il movimento di questi conglomerati di campo è considerato come una sorta di “flusso”. La Fondazione definisce quindi l’energia come campi che si muovono e fluiscono nello spazio dal punto A al punto B.

Fonte: https://it.kfwiki.org/wiki/Categoria:The_Keshe_Foundation